La tua assicurazione può essere friendly, ecco come:

Riportiamo un articolo della nostra collega Elisa Giangolini.

Come può un’assicurazione essere Friendly?

Prima di tutto ti riporto una novità importante introdotta quest’anno che permette alle coppie di fatto (etero o gay) di poter utilizzare la c.d. “legge Bersani” e trasferire la propria classe di merito al compagno/a.

Il beneficio è stato così esteso ad alcune categorie di assicurati che fino a questo momento erano state trascurate.
Mi riferisco sia alle coppie di fatto, che quelle unite civilmente ma anche a coloro che intestano un veicolo ad una persona portatrice di handicap.

Il secondo aspetto che mi preme sottolineare è quello relativo alla necessità e volontà che le coppie di fatto, come tutte le altre coppie, hanno di tutelare e proteggere il proprio partner.
Perché non si sa mai cosa possa succedere nella vita.

È risaputo infatti che tra coppie di fatto non è prevista la successione ereditaria e si può ricorrere al testamento ma solo per la quota disponibile (quella che non rientra nella famosa “legittima”).

Detto questo, come fare per tutelare al meglio il partner?

Ed è proprio qui che l’assicurazione ti può aiutare.
Le polizze vita infatti ti permettono di indicare come beneficiario chi vuoi tu, senza dover considerare legittima e successione.

Nel caso ti capitasse qualcosa il capitale assicurato che verrà liquidato al beneficiario non costituisce reddito, è esente da IRPEF ed imposte di successione.
Inoltre il capitale, non rientrando nell’asse ereditario, sarà disponibile in tempi molto brevi.

E’ vero che ognuno di noi preferirebbe non dover pensare a questi eventi terribili ma è meglio fare questo sforzo per tempo così da poter dare certezza e continuità ai sogni e progetti di vita che hai voluto condividere con la persona che ami.

In fondo che cos’è una polizza vita, se non un gesto d’amore?

 

 

(fonte: https://www.facebook.com/groups/250006452081989/permalink/584053105343987)